Il settimo giorno di viaggio ci siamo preparati a lasciare Formentera per andare di nuovo ad Ibiza. Questa volta  abbiamo preso i biglietti del traghetto direttamente all’Hotel, risparmiando così 5 euro. La scelta di tornare ad Ibiza è stata in realtà dettata dal fatto che il giorno seguente avremmo dovuto prendere l’aereo.

Questa volta abbiamo optato per  cambiare meta ad Ibiza,  e abbiamo deciso di pernottare a Baia Sant’ Antony, una delle mete più frequentate dell’isola. L’Hotel che abbiamo scelto si chiama Adelino, ed è spartano, economico e carino, ha una piccola piscina graziosa ed un piccolo bar che offre dei cocktail molto buoni ed a prezzi onesti. Ci siamo trovi bene, l’hotel era abbastanza centrale e il pomeriggio siamo andati a fare un giro per la città.

Siamo rimasti delusi da Baia Sant’ Antony, c’era qualche angolino caratteristico, ma per il resto vi erano numerosi palazzoni, la spiaggia sporca e deludente, là infatti per la maggior parte  vanno le feste in piscina. Consiglio infatti questa meta non agli amanti del mare e dei bei paesaggi, ma ad un turista in cerca di divertimento, in quanto là sia di giorno che di notte è pieno di posti dove poter ballare, bere e divertirsi. La sera le strade si riempiono principalmente di giovani, i locali si animano di musica, e la situazione spesso è decisamente sopra le righe. Sconsiglio infatti vivamente la meta anche alle famigliole.


Complessivamente la meta non è stata di mio gusto, all’inizio del viaggio siamo stati ad Ivissa città e devo dire che l’abbiamo preferita e la consigliamo sicuramente.

La mia esperienza a Ivissa Città