Come promesso ecco il primo articolo inerente al mio diario di viaggio. 

Il giorno di partenza era il 7 maggio (non amo viaggiare in periodi troppo affollati), e il viaggio è iniziato dall’aeroporto di Pisa, dove abbiamo preso un aereo per la prima meta: Ibiza. Ho prenotato il tutto pochi giorni prima, il volo mi è costato circa 45 euro.

Sismo arrivati sull’isola per le 18.00 e ci siamo recati subito a sistemarci presso l’ostello prenotato, situato nel centro di Ivissa città, a pochi minuti di autobus dall’aeroporto. La struttura è  La Bartola Guesthouse, un posto carino, pulito e abbordabile, abbiamo pagato 45 euro per una camera doppia con bagno in comune.

Una volta sistemati usciamo in perlustrazione , la città non è grande si può girare a piedi, è molto carina, ci sono casette tipiche e mura antiche, ma c’è anche una parte moderna.


Dopo una passeggiata perlustrativa ci fermiamo  nella piazzetta principale per un aperitivo prima e poi cena con tapas. Ad Ibiza si può mangiare veramente con poco, le tapas sono degli  snack che costano poco e prendendone più di uno si possono assaggiare molte cose differenti e alzarsi da tavola sazi.

Facciamo un’ altra passeggiatina, l’isola è piena di Italiani e di gente che chiede l’elemosina, l’atmosfera è  però molto gradevole. Beviamo un mojito della buonanotte e torniamo all’ostello a riposarci per la nuova partenza che ci aspetta l’indomani, ma dove andremo lo scoprirete nel prossimo post.